PERCHE’ SI’: Takenoko

takenoko

Takenoko è un buffo, simpatico e curioso family game, spietatamente “caruccio” e ammaliatore nei confronti delle bimbe dai 7 ai… 90 anni!

Componentistica e colori di prim’ordine; su un tavolo da fiera o con amici occasionali ha l’effetto di un fluido mesmerico. Le persone sentiranno una qualche forza invisibile che le fa avvicinare e chiedere: “Ma quel panda? Ma cos’è?” – ed è quindi una preziosa arma per i divulgatori ludici!

Ma veniamo all’esperienza di gioco, al Flavor. Ed è saporito. Siamo dei giardinieri zen, con il compito di curare al meglio il giardino di bambù dell’imperatore: solo che… c’è un panda goloso che gira per il giardino e cerca continuamente di mangiarsi tutto!   

pic1912529

Ogni giocatore mira a raccogliere più punti possibili raggiungendo diversi obiettivi. Questi possono essere di 3 tipi;

– avere una specifica configurazione di terreni (gli esagoni colorati) a terra

– far mangiare al panda determinate combinazioni di bambù colorati

– far crescere nel giardino determinate combinazioni di bambù, secondo il colore, le serie e la loro altezza.

Per ottenere questo i giocatori nei loro turni spendono le loro azioni possibili per muovere il panda e farlo mangiare, muovere il contadino e far crescere il bambù oppure pescare nuovi terreni ed espandere il giardino. 

A questa simpatica alternanza si aggiunge il dado del clima, che ogni turno apporta un effetto speciale a seconda del sole, temporale o pioggia che abbracciano il giardino.

takenoko-02

E’ intuitivo quindi che spesso gli obiettivi di un giocatore richiedono azioni contrarie a quelle cercate dall’altro! Il tutto ci permette di godere di un titolo grazioso, sorretto da una atmosfera festosa e simpatica, già per le miniature colorate del panda e i bambù in plastica che si incastrano fra di loro crescendo sempre più.

Takenoko è semplice, godibile e sicuramente chiede un pizzico di fortuna, ma ci chiede anche di sequenzializzare le nostre azioni. Non esistono combo spettacolari ma continui e costanti progressi, come l’agricoltura ci insegna, e muovere alla leggera o concatenare all’inverso due azioni può portare ad uno o più turni di inconcludenza per recuperare.

takenoko (1)

Naturalmente, il miglior modo di giocare questo gioco è in tre o quattro, quando si lancia più volte il dado del clima e panda e contadino si attivano molto più spesso, regalandoci lo spettacolo di un tabellone che si trasforma ogni volta a causa di una di queste interferenze.

E’ un gioco tattico, senz’altro, ma quando lo si conosce si svela meno aleatorio di quanto potrebbe sembrare. Alcune categorie di obiettivi sono più difficili e quindi più redditizie, e si può dunque cercare di far punti su obiettivi poco battuti con cui creare una esperienza di gioco più sottile e strategica di quanto l’impatto visivo lascerebbe pensare. 

PERCHE’ SI’? Perché Takenoko è un ottimo introduttivo al mondo dei giochi da tavolo: leggero, attraente e visivamente godibilissimo. Non ha quel pathos che alcuni suoi colleghi di categoria (Ticket to ride, Carcassonne) riescono a infondere, ma si vive come un racconto grazioso che non può non far sorridere (e anche intenerire). Questa differenza tecnicamente distingue un Family game da un Entry level. Gli Entry infatti sono ugualmente semplici, ma come Ticket to ride e Carcassonne possono essere decisamente più tirati e competitivi! Un family invece è pensato perché possa esser giocato in famiglia, fra genitori e figli, e quindi rimane sempre più spensierato, meno tensivo e soggetto a colpi di scena.

Link alla video recensione di TeOoh – Recensioni Minute

Takenoko, di Antoine Bauza2-4 giocatori

Durata: 45/60 minuti

Prezzo: 35 euro circa.

IN TERMINI TECNICI

disegno-di-vocabolario-colorato-300x300

Family game di radice tedesca – poco complesso, breve e alcuni elementi poco controllabili (il clima, gli obiettivi e i diversi movimenti di panda e giardiniere pilotati dagli altri giocatori) – : meccaniche di collezione set (raccogliere set di bambù di diversi colori per ottenere diversi punti), gestione azioni (si hanno due gettoni azione spendibili e si deve scegliere quali azioni eseguire) e costruzione schemi su mappa modulare (i terreni vanno composti in certe configurazioni per ottenere determinati punti).

Ale Friend

Annunci

6 pensieri su “PERCHE’ SI’: Takenoko

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...